cinemavistodame.com di Roberto Bernabò

I film in uscita dal 2 aprile 2010

Il tempo stimato per la lettura di questo post è di 10 minuti e di 10 secondi

Tempi duri per i cinefili



  • Il piccolo Nicolas e i suoi genitori – di Laurent Tirard
  • Nat e il segreto di Eleonora – di Dominique Monfery
  • Sangue e cemento – di Groppo Zero
  • Gamer – di Mark Neveldine • Brian Taylor
  • Sul mare – di Alessandro D’Alatri
  • Colpo di fulmine – Il mago della truffa – di Glenn Ficarra • John Requa
  • Hatchet – di Adam Green
  • La vita è una cosa meravigliosa – di Carlo Vanzina

§§§

Tempi duri per i cinefili quelli delle feste. Eh si. Numerose novità dentro l’uovo, almeno quanto, ahimè, le altrettanto numerosissime sorprese negative, nel fine settimana pasquale: si parte con “La vita è una cosa meravigliosa” dei fratelli Vanzina, che loro stessi hanno definito il cine-uovo una categoria di cui proprio non sentivamo la mancanza, apripista per le altre due commedie “Colpo di fulmine” (con Jim Carrey edIvan McGregor) altra sola, ed “Il piccolo Nicolas e i suoi genitori“, fenomeno francese meno peggio dei precedenti, quanto meno l’attore Kad Merad in genere mi fa ridere con intelligenza e senza volgarità.

Alessandro D’Alatri racconta di giovani amori “Sul mare” scritto da una delle mie insegnati del corso di sceneggiatura alla Fandango, Anna Pavignano, la sceneggiatrice di tutte le pellicole di Massimo Troisi, compresa quella candidata all’Oscar de “Il postino di Neruda“, ma anche qui diciamo che non siamo al film della sua vita, mentre per gli appassionati di horror, cosa che notoriamente io non sono, e action-movie arrivano “Hatchet” e “Gamer“.

Escono infine l’animazione “Nat e il segreto di Eleonora” ed il docufilm sul terremoto abruzzese “Sangue e cemento” di cui vi lascio un lungo trailer.

Come sempre per saperne di più potete aprire questo post o andare sull’altro mio blog cinemavisotdame2.com.

Il nuovo numero è qui.

Il piccolo Nicolas e i suoi genitori

titolo originale: Le petit Nicolas
nazione: Francia
anno: 2009
regia: Laurent Tirard
genere: Commedia
durata: 90 min.
distribuzione: Bim Distribuzione
cast: M. Godart (Nicolas) • V. Lemercier (madre) • K. Merad (padre) • S. Kiberlain (amante) • M. Duchaussoy (direttore) • M. Galabru (ministro) • E. Berger (Albert) • S. Riaboukine (Francis Leborgne) • C. Couton (zio)
sceneggiatura: A. Chabat • L. Tirard • G. Vigneron
musiche: K. Badelt
fotografia: D. Rouden
montaggio: V. Deseine
box Office: in programmazione in 212 sale

Sinossi: La vita del piccolo Nicolas trascorre tranquillamente. Ha dei genitori che lo amano, una banda di amici simpatici con i quali si diverte un sacco, e non ha nessuna voglia che tutto questi cambi… Ma un giorno, Nicolas sente di sfuggita una conversazione tra i suoi genitori che lo convince che la madre sia incinta. Preso da panico, Nicolas inizia ad immaginare il peggio: presto arriverà un fratellino che accentrerà talmente l’attenzione che i suoi genitori non potranno più occuparsi di lui e finiranno per abbandonarlo nel bosco come Pollicino …

Questa è la classica commedia brillante francese con l’attore molto bravo e divertente Kad Merad, l’attore  francese di origine algerina … non so se vi ricordate “Giù al Nord“, (Bienvenue chez les Ch’tis), un film del 2008, scritto, diretto e interpretato da Dany Boon.

Non aspettatevi niente di più, intendiamoci subito, di un film gradevole, ideale per le serate d’inverno su SKY, in una di quelle in cui non avete un cavolo da fare, fuori piove, e vi va di mangiare un pizza ed un birra.

Due risate intelligenti, e, soprattutto, non volgari sono assicurate. E di questi tempi non è poco, credetemi.

Nat e il segreto di Eleonora

titolo originale: Le secret d’Éléonore
nazione: Italia / Francia
anno: 2009
regia: Dominique Monfery
genere: Animazione
durata: 78 min.
distribuzione: Ripley’s film
sceneggiatura: A. Leray
box Office: in programmazione in 26 sale

Sinossi: Nat riceve in dono da sua zia Eleonora una biblioteca e tutti i libri che questa contiene. Ogni opera è un pezzo originale, e la notte gli eroi della letteratura per bambini escono dai loro libri … Nat comincia a farne la conoscenza e si vede designato a succedere alla sua antenata: dovrà proteggerli. Se, per disgrazia, dovessero lasciare quella biblioteca, le loro storie verrebbero dimenticate per sempre e perfino loro sparirebbero… Ed è proprio quando i suoi genitori decidono di vedere i libri, che l’avventura comincia.

Pochi ricorderanno che questo film d’animazione è passato all’ultimo Festival di Roma, che in genere fa una discreta selezione.

Esce a Pasqua, certo, ma vi assicuro che è meglio di tanta altra roba.

Peraltro i produttori sono gli stessi de “La Gabbianella e il gatto” che era un film delizioso.

Voi che avete i bambini non esitate, su.

Sangue e cemento

titolo originale: Sangue e cemento
nazione: Italia
anno: 2010
regia: Groppo Zero
genere: Documentario
durata: 52 min.
distribuzione: Iris Film Distribution
cast: P. Calabresi • M. Russo • E. Ferrazzi
sceneggiatura: G. Messina • A. Dell’Arti • T. Torelli
musiche: G. Del Popolo
montaggio: G. Messina

Sinossi: Cause recenti e responsabilità remote di chi ha costruito male per risparmiare sul materiale e sulle tecniche, di chi doveva controllare, ma non lo ha fatto, agli amministratori che hanno favorito la speculazione a discapito della sicurezza dei cittadini. Interviste e testimonianze a sismologi, geologi, tecnici del territorio e delle costruzioni, avvocati e giudici arricchiscono questo film-documento.

Cioè il ragionamento è questo.

Se avete votato a destra, non andate a vedere questo film, potrebbe disilludervi. Ed anche parecchio e voi non amate questo genere di cose. Che peraltro non vi dissuade dal perseverare.

Se avete votato a sinistra, invece, andate a vedere questo film, per capire cosa si poteva dire sul terremoto dell’Aquila, e che ancora, invece, ahimè, non è (ancora) stato detto.

E direi che il titolo anticipi molto, al riguardo.

Gamer

titolo originale: Gamer
nazione: U.S.A.
anno: 2008
regia: Mark Neveldine • Brian Taylor
genere: Thriller
durata: 95 min.
distribuzione: Moviemax
cast: G. Butler (Kable) • M. Ventimiglia (Rick Rape) • J. Leguizamo (Freek) • M. Hall (Ken Castle) • A. Lohman (Trace) • A. Yoo (Humanez Dude)
sceneggiatura     M. Neveldine • B. Taylor
musiche: R. Williamson • G. Zanelli
fotografia: E. Pollack
montaggio: P. Amundson • F. Villena
box office: in programmazione in 144 sale

Sinossi: L’eroe di “300” Gerard Butler è la pedina di un perverso gioco di ruolo ambientato in un futuro spietato dove la tecnologia controlla le menti dei giocatori …

Se amate il genere thiller questo potrebbe essere il film per voi.

In effetti gli altri due film della coppia Mark Neveldine e Brian Taylor (Crank 1 e 2) non erano male, e questo film credo sia stato girato tra i due (almeno così ho letto su IMDB).

Insomma è uno dei film migliori della settimana, ecco.

Sul mare

titolo originale: Sul mare
nazione: Italia
anno: 2010
regia: Alessandro D’Alatri
genere: Commedia
durata: 100 min.
distribuzione: Warner Bros
cast: D. Castiglio (Salvatore) • M. Codecasa (Martina) • N. Schiano (madre di Salvatore) • V. Merolla (padre di Salvatore)
sceneggiatura: Alessandro D’Alatri • Anna Pavignano
box office: in programmazione in 292 sale

Sinossi: Trasposizione dal letterario al filmico del libro di Anna Pavignano “In bilico sul mare”. Salvatore ama il mare, ha quasi vent’anni e una barca con cui porta la gente a visitare la sua isola, Ventotene. D’inverno, quando non ci sono più i turisti, deve andare a lavorare come muratore nei cantieri sulla terraferma. Un giorno conosce Martina, una turista di Genova venuta sull’isola per fare immersioni. I due si innamorano e vivono una struggente storia d’amore; la passione di Salvatore per la ragazza è totale e profonda, diventa tutta la sua vita, il centro di ogni suo pensiero. L’amore fa nascere nel giovane la voglia di dare nuove prospettive alla propria vita …

Di questi tempi io creo che se vi va di vedere un film di un regista che prometteva molto ai suoi esordi “Americano Rosso” è ad esempio un film veramente delicato, anche se drammatico nel suo epilogo, e di un certo gusto anche estetico e dell’inquadratura, andate a vedere questo film.

Vi do altri due motivi

Oltre la trasposizione dal letterario al filmico del romanzo di Anna Pavignano (una delle mie docenti al corso di sceneggiatura alla Fandango), “In bilico sul mare“, c’è da dire che Alessandro D’Alatri è un regista che, ammettiamolo, mi sta sempre di più deludendo, ha un merito In questo limaccioso ambito del cinema italiano.

Sperimenta attori nuovi.

Lui dice che quando va a vedere il cinema indipendente dei paesi non italiani, viene sempre attratto proprio dal fatto che gli attori non conosciuti danno un imprinting molto più realistico al film.

Io, personalmente, credo che abbia, in questo momento, a causa dell’andamento dei suoi ultimi precedenti film, dei limiti di budget, ma alla fine che differenza c’è?

Il merito è fare recitare attori nuovi.

Colpo di fulmine – Il mago della truffa

titolo originale: I Love You Philip Morris
nazione: U.S.A.
anno: 2009
regia: Glenn Ficarra • John Requa
genere: Commedia
durata: 102 min.
distribuzione: Lucky Red Distribuzione
cast: J. Carrey (Steven Russell) • E. McGregor (Philip Morris) • L. Mann • R. Santoro • D. Jensen (giudice) • J. Heap (segretaria) • M. Macaulay (poliziotto) • B. Burvant (Sara)
sceneggiatura: G. Ficarra • J. Requa
musiche: N. Urata
fotografia: X. Perez Grobet
montaggio: T. Nordberg
box office: in programmazione in 234 sale

Sinossi: La turbolenta vita di Steven Jay Russell, ex impiegato che dopo il licenziamento diventa un maestro dell’inganno e falsario, al punto di guadagnarsi il soprannome di Houdini. Russel nel 1993 viene imprigionato in un carcere di massima sicurezza di Houston; qui s’innamora del suo compagno di cella, Phillip Morris, e riesce a fuggire per ben quattro volte pur di congiungersi all’esterno col suo amante.

Ho visto il trailer al cinema e devo dire che nonostante ami l’attore Jim Carrey questo film non mi ha convinto neanche un po’.

Cioè voglio dire ho capito che al cinema “la triffa è una cosa che come dire “funziona”.

Se poi la sceneggiatura è basata su una storia vera …

Ma insomma, io ci andrei cauto.

Considerate però che la Lucky Red Distribuzione in genere però ci piglia, anche se la promozione italiana al film genera più di qualche perplessità.

I bene informati vi diranno anche che è stata tolta nell’edizione italiana la scena di sesso tra i due protagonisti (sigh …), per evitare di vietarlo ai minori di 14 anni.

Mah, io dubito.

Hatchet

titolo originale: Hatchet
nazione: U.S.A.
anno: 2006
regia: Adam Green
genere: Horror
durata: 84 min.
distribuzione: Onemovie
cast: J. Moore (Ben) • T. Feldman (Marybeth) • D. Richmond (Marcus) • K. Hodder (Victor Crowley) • T. Todd (Reverendo Zombie) • M. McNab (Misty) • R. Englund (Sampson)
sceneggiatura: A. Green
musiche: A. Garfield
fotografia: W. Barratt
montaggio: C. Roth

Sinossi: Nei pressi di New Orleans, un gruppo di turisti si imbarca per visitare le spaventose paludi della Louisiana. A quanto pare questi luoghi remoti sono infestati dallo spirito di Victor Crowley: la leggenda narra che si tratti di un uomo terribilmente sfigurato, ucciso per errore con un’accetta dal suo stesso padre. Quando la barca su cui stanno viaggiando affonda, gli ignari turisti scopriranno che le leggende hanno sempre un fondo di verità …

Io già non amo, e lo ammetto, e siete avvisati, i film horror.

Ma questo è di quattro anni fa, … e … guarda caso lo fanno uscire proprio a Pasqua.

Maddai, che carini.

Ecco, … poi non dite che non vi avevo avvisati.

La vita è una cosa meravigliosa

titolo originale: La vita è una cosa meravigliosa
nazione: Italia
anno: 2010
regia: Carlo Vanzina
genere: Commedia
durata: 103 min.
distribuzione: Medusa Film
cast: L. Ranieri • N. Brilli • G. Proietti • V. Salemme • E. Bosi • E. Brignano
sceneggiatura     C. Vanzina • E. Vanzina
box office: in programmazione in 459 sale

Sinossi: La vita di alcuni personaggi e le loro aspirazioni alla felicità: il presidente arruffone di un’importante banca, l’affermato chirurgo sempre in vena di raccomandazioni, il poliziotto che s’innamora di una massaggiatrice. Un affresco del nostro paese per quello che è veramente: un’Italia che aspira a mettersi in mostra, ma anche innamorata e allegra.

La vita è una cosa meravigliosa solo per i fratelli Vanzina in questo film.

Riescono ad accaparrarsi da tempo Gigi Proietti e l’attore, mio conterraneo, Vincenzo Salemme (che delusione) … della serie “pecunia non olet“, nevvero?

Insomma, prima, almeno, le sceneggiature le scrivevano con Fausto Brizzi.

Poi, mi sa, che pure li ha preso le distanze da questi due loschi figuri del cinema italiano (che si scherza), che tutto possono e tutto fanno, … adesso oltre ai cine-panettoni di Natale, provano a sfornare volgarità e butade scontate anche a Pasqua.

E voi, boccaloni, tutti lì in sala?

Spero proprio di no, ecco.

Alla prossima.

Lascia un commento