cinemavistodame.com di Roberto Bernabò

3° Festival del Cinema Brasiliano a Roma

cinema farnese roma

CINE FEST BRASIL – ROMA
per un cinema brasiliano senza confini

25-29 novembre 2009

Cinema Farnese, Campo de’ Fiori, 56 Roma

E’ arrivato nella capitale il CINE FEST BRASIL-ROMA, Festival del Cinema Brasiliano che presenta, dal 25 al 29 novembre, una ricca selezione della produzione cinematografica più recente.

Con undici film di qualità, con la partecipazione di attori come Reynaldo Gianecchini, registi del calibro di Bruno Barreto, produttori come Iafa Britz, con l’intento di coinvolgere la platea, così come gli studenti di cinema, il CINE FEST BRASIL-ROMA, ha l’ambizione di presentare al pubblico romano una visione attuale e molteplice della cinematografia brasiliana contemporanea.

Coproduzioni italo–brasiliane come il pluripremiato Estômago, della Indiana Production Company di cui Gabriele Muccino è direttore artistico, commedie brillanti che hanno riscosso un grande successo in Brasile, documentari, film drammatici che hanno fatto discutere, come Última parada 174, saranno presentati al pubblico dagli stessi registi, attori e produttori. Sarà quindi proprio il pubblico in sala a scegliere il miglior film, premiandolo, con il torfeo Lente di Cristallo, nel corso della serata di chiusura.

Alla luce del nuovo trattato di coproduzione cinematografica siglato recentemente dal governo brasiliano e da quello italiano, tra gli obbiettivi del Festival c’è anche quello di consolidare i legami con il mondo della cinematografia italiana, al fine di aprire nuovi spazi internazionali per il cinema brasiliano e incentivare scambi tra le nuove generazioni di cineasti.

“Lo studente di cinema di oggi sarà il regista di domani – sottolinea Adriana Dutra, una delle fondatrici – conoscendo ora le potenzialità della cinematografia brasiliana – aggiunge – ci auguriamo che gli studenti italiani possano in futuro interessarsi a possibili coproduzioni, per aprire una nuova strada comune alle nostre cinematografie.”

A questo scopo il CINE FEST BRASIL-ROMA, in collaborazione con l’Università e con le Scuole di cinema della capitale, promuove una competizione per il miglior backstage del Festival e per la miglior critica realizzata su un film in concorso.

Il CINE FEST BRASIL-ROMA, che gode del patrocinio dell’EMBRATUR, ente governativo per lo sviluppo del turismo brasiliano, sarà inaugurato, con il prezioso appoggio dell’Ambasciatore José Viegas Filho e di tutti i collaboratori della sede diplomatica, con una grande festa ad inviti, che si terrà il 25 novembre, nello storico Palazzo Pamphilj in Piazza Navona 14, sede dell’Ambasciata del Brasile a Roma, alla quale parteciperanno grandi personalità del cinema dei due paesi.

INFFINITO
Creata dalle socie Vivianne Spinelli e dalle sorelle Claudia e Adriana Dutra, la società Inffinito (dove la seconda F sta per film) www.inffinito.com, rappresenta oggi una delle più importanti vetrine per il cinema brasiliano, in Brasile come all’estero. Formata dalla Inffinito Arte e Cultura, Inffinito Eventi e Produzioni (Brasile) e dalla Inffinito Foundation (USA), la società ha lo scopo di diffondere la produzione culturale brasiliana attraverso le manifestazioni più diverse. Una di queste è il Circuito Inffinito dei Festival, che ha portato la settima arte brasiliana nei quattro angoli del pianeta. Oltre a ciò il gruppo promuove importanti eventi culturali come il “Verão do Morro”, fortunatissimo evento di musica e cinema realizzato sul Morro da Urca, la stupenda collina attigua al Pan di Zucchero, immagine cartolina di Rio de Janeiro, e lo spettacolo musicale “Conexão Samba”, nella Piazza dell’Apoteosi, il più grande palco del samba carioca.
Quindici anni di esperienza hanno dato alla Inffinito il meritato riconoscimento quale impresa innovativa, forte, dinamica e creativa, capace di consolidare l’immagine di un Brasile di qualità in patria e sul mercato internazionale.

Film presentati

LuanaPiovani_

(Tutti sottotitolati in italiano)

Lungometraggi:
1. Mulher Invisível, La Donna invisibile, di Cláudio Torres
2. Maré, Nossa História de Amor, Marea, La nostra storia d’amore di Lúcia Murat
3. O Contador de Histórias, Il Racconta storie, di Luiz Villaça
4. Se Nada Mais der Certo, Se niente va per il verso giusto, di José Eduardo Belmonte
5. Verônica, Verônica, di Maurício Farias
6. Divã, Divano, di José Alvarenga Jr.
7. Última Parada 174, Ultima fermata 174, di Bruno Barreto
8. Romance, Romanzo, di Guel Arraes
9. Estômago, Estomago, una storia gastronômica, di Marcos Jorge

Documentari:
1. O Homem que Engarrafava Nuvens, L’uomo che imbottigliava nuvole di Lírio Ferreira
2. Fumando Espero, Fumando aspetto, di Adriana Dutra

Il programma delle proiezioni: qui.

Lascia un commento