cinemavistodame.com di Roberto Bernabò

I film in uscita dall’11 aprile 2008

Il tempo stimato per la lettura di questo post è di 13 minuti e di 13 secondi

Come di consueto, cari lettori di questo blog, passiamo insieme in rassegna i film in uscita nei cinema questa settimana, e cioè dall’ 11 aprile 2008.

Come è tradizione di questo blog, vediamo anche un’anticipazione:

  • 10 cose di noi – di Brad Silberling

In questo post:

Nei cinema dall’11 aprile 2008

  • Riprendimi – di Anna Negri
  • Shine a Light – di Martin Scorsese
  • Interview – di Steve Buscemi
  • Alla ricerca dell’isola di Nim – di Jennifer Flackett
  • In amore, niente regole – di George Clooney
  • La seconda volta non si scorda mai – di Francesco Ranieri Martinotti
  • Oxford Murders – Teorema di un delitto – di Álex de la Iglesia
  • Shoot ‘Em Up – Spara o muori! – di Michael Davis

Nei cinema dal 18 aprile 2008

10 cose di noi

Anno di produzione: 2006
Titolo originale: 10 Items or Less
Nazione: USA
Genere: Commedia, Drammatico, Romantico
Durata: 82 min. (colore)
Regia: Brad Silberling
Sceneggiatura: Brad Silberling
Distribuzione: D.N.C.
Sito Ufficiale:
Cast: Morgan Freeman; Paz Vega; Jonah Hill; Bobby Cannavale; Jennifer Echols; Anne Dudek; Francisca Hernandez; Nacho Pina; …

Trama: Una icona hollywoodiana ormai in declino (Morgan Freeman) si ritrova a girare in auto nella Los Angeles suburbana in compagnia di Scarlet, l’esuberante cassiera del supermercato di un quartiere latino (Paz Vega), alla quale la star dovrà imparare ad affidarsi, in assenza dell’usuale stuolo di agenti e assistenti. Un tempo sotto i riflettori di Hollywood, quello che è già un maturo attore si rende conto che la sua paura di fare fiasco l’ha pericolosamente trascinato sull’orlo del fallimento. Malgrado la sua brillante carriera, l’artista è oramai costretto a considerare ruoli in film a basso budget di produzioni indipendenti. Durante la fase preparatoria della sua prossima interpretazione, la star (che per tutto il film non avrà nome) si ritrova a dover ricorrere proprio alla sua nuova conoscenza per fare ritorno a casa una volta abbandonato dal suo autista. Il percorso attraverso la Città degli Angeli si svelerà ricco di circostanze impreviste e incontri fortuiti che saranno la fonte di inaspettate rivelazioni, finendo per trasformare quello che potrebbe preannunciarsi come l’ennesimo scandalo da tabloid in una profonda amicizia, inaspettatamente preziosa per ambedue …

Io mi ricordo di Paz Vega e di un film del 2001 “Lucía y el sexo” (2001). Lei era bellissima e bravissima. Ma credo purtroppo che, pur considerando il cast e la sua presenza, questo film sia da prendre con le molle.

Dovrei dare due stars virgola cinque anche considerando che è un film del 2006 con un ranking moderato. Mah. Concedo 3 stars solo per gli occhi … si ok ho detto gli occhi … di Paz Vega.

Nei cinema dal 18 aprile 2008

Riprendimi

Anno di produzione: 2008
Titolo originale: Riprendimi
Nazione: Italia
Genere: Commedia, Drammatico
Durata: 93 min. (colore)
Regia: Anna Negri
Sceneggiatura: Anna Negri, …
Distribuzioni: Medusa
Cast: Alba Rohrwacher; Marco Foschi; Valentina Lodovini; Alessandro Averone; Marina Rocco; Cristina Odasso; Francesca Cutolo; Massimo De Santis; …

Trama: Due ragazzi stanno girando un documentario su una giovane coppia, Giovanni e Lucia, entrambi lavoratori precari nel mondo del cinema. Quando l’uomo decide di lasciare la moglie e il figlioletto, la troupe decide di utilizzare questa separazione per raccontare come l’instabilità lavorativa della nostra generazione ne influenzi l’atteggiamento sentimentale.

E’ il momento in Italia di portare suigli schermi la precarietà e si siamo nel weekend delle elezioni …

Siamo nel momento della giovane attrice Alba Rohrwacher che dal film di Silvio SoldiniGiorni e Nuvole” è assurta ad icona della categoria.

Anna Negri, figlia niente di meno che di Toni Negri, l’annoveriamo come regista interessante. Ricordiamo un semi invisibile “In principio erano le mutande” (1999). Si è meritata per questa pellicola una nomination (Grand Jury Prize) all’ultimo Sundance Film Festival (quello diretto da Robert Redford) che voglio dire son cose. Sarò pure prevenuto ma mi sa un po’ di ultima carta pre-elttorale, e questo potrebbe essere comunque a favore del film, vedremo anche in quali e quante sale esce. In ogni caso una delle migliori uscite della settimana.

La pellicola, girata in soli 21 giorni con un bassissimo budget, credo sia da segnalare, più che per l’originalità della storia, per la peculiarità dell’impianto narrativo, e ancor di più, per lo specifico filmico.

Per la pluralità e la caleidoscopicità degli sguardi che restituiscono il discorso.

Quello di due cameraman (due uomini che, effettivamente, riprendono) che filmano in una sorta di pedinamento, quello delle riprese in soggettiva, degli esistenti protagonisti, (lei è una montatrice precaria) in prossimità di una crisi sentimentale, dei loro amici, delle loro amiche, amanti.

E c’è, infine, lo sguardo della regista, dell’autrice.

Uno sguardo, anche questo, intermittente che sceglie, di volta in volta, se coincidere o dividersi, da quello degli esistenti.

Insomma credo sia per questi aspetti – che polverizzano e che frammentano la diegeticità della storia – che il film abbia colpito la giuria del Sundance, più che per la valenza della storia stessa.

Ma si il come non il cosa.

Un film declinato al femminile girato da Anna Neri, scritto da Giovanna Mori, prodotto da Francesca Neri, con molte donne nel cast, ispirato in parte a vicende reali della vita della regista.

Fino al punto che Brad Pitt ne vuole fare un remake? Giuro che è vero.

Ascolta l’intervista ad Alba Rohrwacher su Radio Capital qui.

Tre stars virgola cinque shierate al centro sinistra italiano.

Shine a Light

Anno di produzione: 2007
Titolo originale: Shine a Light
nazione: USA
Genere: Documentario, Musicale
Durata: 122 min. (colore)
Regia: Martin Scorsese
Sceneggiatura:
Distribuzione: Bim Distribuzione
Cast: Keith Richards; Mick Jagger; Bill Clinton; Ron Wood; Charlie Watts; Christina Aguilera; Gary Cherkassky; Martin Scorsese; …

Trama: Il documentario di Martin Scorsese mostra i Rolling Stones in concerto al Beacon Theater di New York nell’autunno del 2006 durante il loro ‘A Bigger Bang Tour’.

Ho visto il trailer al Quattro Fontane ed all’Eurcine di Roma.

Due sale che sono già una garanzia.

E’ probabilmente l’uscita migliore della settimana.

Aggiungo che il documentario su due mitici concerti dei Rolling Stones – per uno che, che come, li ha visti dal vivo a Napoli, mentre preparava l’esame di Diritto del lavoro, che l’evento fece diventare una cosa della vita assolutamente marginale, anche se loro suonarono poco ma in maniera assolutamente spettacolare e memorabile – è praticamente un obbligo morale.

I Rolling Stones sono una di quelle cose che ha ancora oggi ha senso definire un mito, nella piena accezione del termine. Mi chiedo spesso se Mick Jagger sia un leader o un angelo immortale.

Un film cult, da un regista che ha sempre frequentato i documentari e le ri-celebrazioni. E potrei scrivere per altri quattro capoversi di questa opera, senza mai a riuscire a trasmettervene, con la dovuta efficacia, il senso, comunque la si vede, assolutamente culturale, generazionale, e documentarista.

Quattro stars nostalgiche e rotolanti e dure come il rock.

Interview

titolo originale: Interview
nazione: U.S.A.
anno: 2007
regia: Steve Buscemi
genere: Drammatico
durata: 81 min.
distribuzione: Fandango
cast: S. Buscemi (Pierre Peters) • S. Miller (Katya) • J. Loo (Theo) • T. Elders (Maggie) • M. Buscemi (Robert Peders)sceneggiatura: S. Buscemi • D. Schechter
musiche: E. Lurie
fotografia: T. Kist
montaggio: K. Williams

Trama: “Tutto quello che dici può essere e verrà usato contro di te” … Dopo aver litigato con il suo editore, un giornalista politico al tramonto della sua carriera (Buscemi) è costretto ad intervistare la più famosa attrice americana di soap (Miller).

Steve Buscemi, che ha anche un fratello Micheal, è un noto attore, sceneggiatore e regista di Brooklin.

Qui, in questo film, ha curato praticamente tutto.

Una pellicola, come si dovrebbe dire, scritta, diretta ed interpretata da lui.

Che voglio dire sono cose.

Il film rappresenta il primo capitolo di una trilogia ispirata ai lavori dello scomparso regista olandese Theo van Gogh (gli altri due sono stati affidati a Stanley Tucci e BoB Balaban), io ne scrissi qui, quest’opera [e che altro non è se non il remake dell’omonima pellicola (questa) del regista olandese, crivellato di colpi sotto casa sua da un fondamentalista islamico] conferma il talento di Steve Buscemi non solo come attore ma anche come regista, dopo Lonesome Jim, toccante composizione generazionale della praticamente eterna “No mans land” americana, il regista si lascia contaminare da un universo urbano nel quale sia l’ambientazione che il discorso, ci narrano della falsità di certe relazioni che assomigliano più ad un gioco di specchi che ad una realtà lineare.

In bilico tra il saggio sociologico, la sophisticated commedy ed il kammerspiel, questo film è un unico atto che è, in realtà, basato, tutto o quasi, sulle complementari interpretazioni, spesso agite in un giuoco d’inversione di ruoli, sia di Buscemi stesso, che della bravissima e bellissima Sienna Miller.

Una storia che attinge dalle nevrosi vere di un mondo, quello del cinema e della televisione, che Buscemi conosce molto bene.

Ed allora, chissà, forse questa pellicola, che segnalo, ha anche un buon ranking negli USA, potrebbe essere un modo intelligente per avvicinarci al suo cinema.

E poi, last but not least, distribuisce Fandango, ulteriore e definitiva garanzia del prodotto.

Io gli accordo volentieri tre stars virgola cinque.

In amore, niente regole

Anno di produzione: 2008
Titolo originale: Leatherheads
Nazione: USA
Genere: Commedia
Durata: 114 min. (colore)
Regia: George Clooney
Eceneggiatura: Duncan Brantley, …
Distribuzione: UIP
Cast: George Clooney; Renée Zellweger; John Krasinski; Jonathan Pryce; Stephen Root; Wayne Duvall; Keith Loneker; Malcolm Goodwin; …

Trama: Anni ’20. Dodge Connolly, affascinante proprietario di una squadra di football, è determinato a conquistare la vittoria e la lega superiore, ma la perdita dello sponsor causa una pesante battuta d’arresto per la squadra. Per rimediare Connolly acquista la giovane promessa Carter Rutherford, eroe di guerra pluridecorato e campione indiscusso, ma i due ben presto diverranno rivali in amore.

E qui sono in difficoltà. E già perché vorrei accordare fiducia al regista George che tanto ha convinto i cinefili di tutto il mondo (tra i quali il sottoscritto) con il suo impegnato Good Night, and Good Luck (2005), nel quale aveva co scritto anche la sceneggiatura e che era il suo secondo film.

Qui lo troviamo insieme a Renée Zellweger, l’attrice divenuta celeberrima con le pellicole sui diari di Bridget Jones.

Apprezzabile l’ambientazione anni ’20, il football, la rivalità. Insomma.

Apprezzabile ma fino a un certo punto.

Da quello che so vi avviso che.

Fiasco al box office per George Clooney negli USA.

La sua commedia ‘Leatherheads‘ ha fatto un tonfo ai botteghini nordamericani del week end. Il film sul football ha ottenuto solo il secondo posto dopo il dramma sul gioco d’azzardo 21, gia’ in testa la scorsa settimana. Il film di Clooney ha incassato 13,5 milioni di dollari contro i 15 di 21. Al terzo posto si e’ piazzata l’avventura per famiglie ‘Nim’s Island con Jodie Foster che ha guadagnato 13,3 milioni.

Tre stars per il rotto della cuffia. Anche se con il football non c’entra molto. E sono buono. Ah il mio centro sportivo a Roma è tappezzato di manifesti … e questo non è un buon segno, credetemi.

Alla ricerca dell’isola di Nim

Anno di produzione: 2008
Titolo originale: Nim’s Island
Nazione: USA
Genere: Avventura, Bambini, Commedia, Fantastico
Duata: 96 min. (colore)
Regia: Jennifer Flackett, …
Sceneggiatura: Joseph Kwong, …
Distribuzione: Moviemax
Cast: Abigail Breslin; Jodie Foster; Gerard Butler; Michael Carman; Peter Callan; Rhonda Doyle; Maddison Joyce; Mark Brady; …

Trama: La piccola Nim vive con il padre scienziato in un’isola nel sud dell’Oceano Pacifico. Influenzata dalle letture dei suoi romanzi preferiti, vive immaginando l’isola come magica e piena di avventure, e il padre come l’avventuroso protagonista dei libri che tanto ama. Quando un giorno l’uomo scompare, Nim si mette in contatto con l’autrice dei romanzi, sperando che possa aiutarla. Ma la donna – che ha incantato i bambini di tutto il mondo con le sue storie – è in realtà una persona insicura, frust …

Avventura, bambini. Genere Fantasy, chi mi conosce sa che non è il mio preferito, non è nelle mie corde. In una seconda vita, sposato, con figli chissà. Non è colpa del film insomma è colpa mia.

Certo Jody Foster è sempre Jody Foster, ma da quello che ho detto prima …

Si conferma che codesto film anche negli USA non è che abbia convinto più di tanto, eh.

Tre stars in onore delle mamme e dei padri … li considero, ma davvero, i veri eroi di questa epoca. E sono generoso (con il film). Credetemi.

La seconda volta non si scorda mai

Anno di produzione: 2007
Titolo originale: La seconda volta non si scorda mai
Nazione: Italia
Genere: Commedia
Durata: 100 min. (colore)
Regia: Francesco Ranieri Martinotti
Sceneggiatura: Francesco Albanese, …
Distribuzione: Mikado
Cast: Alessandro Siani; Elisabetta Canalis; Fiorenza Marchegiani; Paolo Ruffini; Marco Messeri; Francesco Albanese; Enzo Decaro; Miriam Candurro; …
In programmazione in 2 sale in tutta Italia

Trama: Un bel giorno Giulio, giovane agente immobiliare di successo, rivede Ilaria, la sorella di un suo ex compagno di scuola, che visita un appartamento assieme ad un uomo molto più grande di lei: i due si stanno per sposare. Giulio è letteralmente folgorato dalla bellezza di Ilaria e il fatto che si stia per sposare proprio non gli va giù. Mentre siede alla sua scrivania, Giulio riceve una mail da Ilaria che lo invita a casa sua: illudendosi che la ragazza abbia un interesse per lui, si precipita …

Poi non mi venite a dire che sono cattivo con certo cinema italiano. Ma i comici televisivi che si riciclano nel complesso mondo del cinema italiano cercando di sfruttare una ex velina magari anche intelligente com Elisabetta Canalis …

Ecco, diciamolo, molti italiani scaricheranno da questo blog la foto della Canalis.

Due stars di cui due sono per la bellezza della Canalis.

Non vi meravigliate, in questo caso, se la pellicola è in programmazione in due sale in tutta Italia.

Ho paura che la seconda volta, questa volta, si scorderà.

Oxford Murders – Teorema di un delitto

Anno di produzione: 2008
Titolo originale: The Oxford Murders
Nazione: Spagna / Francia
Genere: Giallo, Thriller
Durata: 107 min. (colore)
Regia: Álex de la Iglesia
Sceneggiatura: Jorge Guerricaechevarría, …
Distribuzione: Warner Bros
Cast: Elijah Wood; John Hurt; Leonor Watling; Julie Cox; Burn Gorman; Anna Massey; Jim Carter; Alan David;

Trama: Oxford, anni ’90: sul luogo di un misterioso omicidio uno studente argentino incontra Arthur Seldom, uno dei massimi esperti di logica del secolo. Per il ragazzo sudamericano, quello che doveva essere l’inizio di un tranquillo soggiorno di studio all’estero, si trasformerà in una lotta contro il tempo per fermare uno spietato serial killer.

Insomma anche qui anche se la produzione Francia e Spagna m’intrigherebbe alquanto, resto scettico.

Il regista, spagnolo, non sarebbe neanche da buttare via, ma non mi fido più di tanto, non credo stiamo di fronte al suo capolavoro.

Tre stars risicate.

Risicatissime.

Shoot ‘Em Up – Spara o muori!

Anno di prduzione: 2007
Titolo originale: Shoot ‘Em Up
Nazione: USA
Genere: Azione, Avventura, Poliziesco
Durata: 86 min. (colore)
Regia: Michael Davis
Sceneggiatura: Michael Davis
Distribuzione: Eagle Pictures
Protagonisti: Clive Owen; Paul Giamatti; Monica Bellucci; Stephen McHattie; Greg Bryk; Daniel Pilon; Ramona Pringle; Julian Richings; …

Trama: Durante una sparatoria, una donna incinta viene uccisa da un gruppo di misteriosi malviventi. Sul luogo dell’accaduto si trova un uomo che aiuta la donna a partorire, decidendo di prendersi cura del neonato, senza sapere che il vero bersaglio dei killer era proprio il bambino. Il suo obiettivo ora è trovare gli spietati assassini, provando a far crescere il piccolo con l’aiuto della prostituta DQ.

Clive Owen, Paul Jamatti, Monica Bellucci che ci fanno in un film di Michael Davis aldilà dei filmati che circolano su you tube?

Siamo di fronte probabilmente al solito film violento, made in USA, che farà impazzire il pubblico americano, senza esagerazioni però, come quello italiano, condizionato, anche, dalla scena di sesso della Bellucci.

Tre stars virgola cinque Tre stars, dopo avere visto i trailer e la famosa scenadi sesso su You Tube, ma vi dico che, se questo è il miglior film (escludendo il documentario di Scorsese e Riprendimi, il film italiano in campagna elettorale) … il weekend non promette niente di buono.

Alla prossima.

A cura di cinemavistodame.

3 commenti

  1. fuoridalmucchio ha detto:

    Settimana decisamente fiacca: vorrà dire che recupereremo i film ancora in programmazione!

  2. ALEM75 ha detto:

    Sono incuriosita da “Riprendimi”..speriamo sia carino, ho bisogno di un film che mi dia energia!;)

  3. […] cinemavistodame 2 wrote an interesting post today on I film in uscita dall’11 aprile 2008Here’s a quick excerptUIP Cast: George Clooney; Renée Zellweger; John Krasinski; Jonathan Pryce;… […]

Lascia un commento