cinemavistodame.com di Roberto Bernabò

La casa è un film o il film è una casa?

  La casa è un film o il film è una casa?

Può esistere un genuis loci movie (?)

L’idea nasce dalla mia vita personale.

Rifletto, cioè, per esigenze personali, che una delle cose di cui non possiamo fare a meno sono le case.

Nelle case esiste un tema che collega incredibilmente i miei interessi e la mia vocazione creativa.

Esistono strutture, funzioni, divisioni, installazioni, applicazioni, tagli di luce per illuminare oggetti, spazi abitativi, luoghi dove svolgere azioni non necessariamente quotidiane, esiste insomma un percorso, ed esiste una storia.

Con tutte le sue complesse problematiche.

La casa, riflettendoci seriamente un attimo, è metafora di tante cose. Ed ha sicuramente significati e significanti allegorici.

Ritornando alla storia, la stessa non è fatta di eventi ed esistenti necessariamente o esclusivamente contemporanei.

No la casa, le case, hanno sepolte dentro di loro, o vive dentro di loro – point of concentration – ovvio – (si pensi a The Others) i racconti delle persone che le hanno abitate.

Ma non possono raccontarle.

Ma ecco che l’arte alchemica del cinema, può supplire alle mancanze del tempo, alle sue dimenticanze, alle sua dilatata … eppure rarefatta , in quanto non sempre conoscibile, dimensione.
x

x
Quindi una storia in cui una casa racconta, e non necessariamente di una una famiglia sola, ma di tutte quelle che l’hanno abitata, dalla sua costruzione.

Un genius loci movie.

Il tema è approcciabile, naturalmente con uno spettro policromo molto ampio di soluzioni.

Spazio – temporali, socio – economiche, filosofiche, filologiche, attraverso la sedimentazione di stili di vita, di voci, di suoni, di trasformazioni, di evoluzioni.

Dentro una casa mille case, e dentro una storia mille storie.

Affascinato da queste suggestioni immagino la mia (nuova) casa.

Quella che ancora non è, quella che ancora non rispecchia appieno me, ma che presto potrà, se non proprio essere la proiezione del mio io attuale, quantomeno l’espressione di quello che il mio io sarà. E, sopratutto, di quello che vuole diventare.

Forse sono impazzito, lo ammetto.

4 commenti

  1. Philosofia ha detto:

    La casa è storia, è la vita stessa…ed ogni casa è un genius loci a sè…

    Cmq tienimi in considerazione quando dovrai risistemare casa e ti servirà un architetto…

    ;-)

  2. Nonostantetutto ha detto:

    @mpinaCiancio Ti devo delle scuse allora, Mapi? ;)

    E’ che mi aveva incuriosito la frase:

    … i mei pensieri sono condivisi più di quanto immagini.

    Tutto qui.;))

    Un saluto.

    Rob.

  3. mpinaCiancio ha detto:

    A cosa alludevo?

    Alll’invito a Roma, no? Mi inviti sempre. ;-)

    Al consiglio di vedere un altro vecchio film dopo Mare dentro.

    Ecco… era tutta qui l’allusione…

    Un nuovo abbraccio Mapi ;-)

  4. mpinaCiancio ha detto:

    … i mei pensieri sono condivisi più di quanto immagini. Un abbraccio e grazie per il pasaggio, il consiglio, l’invito.

    Un bacio Mapi :-)

Lascia un commento