cinemavistodame.com di Roberto Bernabò

Le pellicole in programmazione nelle sale cinematografiche italiane dal 9 marzo 2007

Il tempo stimato per la lettura di questo post è di 3 minuti e di 3 secondi

 In memoria di me – di Saverio Costanzo ed altro

le pellicole in uscita nelle sale cinematografiche italiane dal 9 marzo 2007

 In memoria di me – di Saverio Costanzo

 Ho voglia di te – di Luis Prieto

Sito ufficiale

 La Tela Di Carlotta – di Gary Winick

Sito ufficiale  –  Sito ufficiale italiano

 Saw III – di Darren Lynn Bousman

Sito ufficiale

 Guida per riconoscere i tuoi santi – di Dito Montiel

Sito ufficiale

 Rosso come il cielo di Cristiano Bortone

§§§  

 

          

 

§§§

Personalmente in questo fine settimana parto per un luogo termale da domani fino a domenica.

Mi aspettano nuotate in piscina – massaggi – passeggiate – saune – relax – cibo. Ed altro.

Ma se restassi a Roma assisterei ad una proiezione di "In memoria di me" di Saverio Costanzo, di cui vi lascio la conferenza stampa della sua presentazione medesima al Festival di Berlino che qualche anima pia ha uploadato su You Tube

Dopo l’ottimo "Private" ecco il secondo film del figlio di Maurizio Costanzo. Tratto da libro "Il gesuita perfetto" di Furio Monicelli. Ho visto il trailer e credo che il progetto meriti.

Chissà se Kekkoz gli da una bella bomba? Si, si, gliela da.

Io poi, se fossi in me, mi eviterei "Ho voglia di te" e "Saw III".

Up Date

Curiosità: Guida per riconoscere i tuoi santi – di Dito Montiel

E’ la pellicola prodotta da Sting e da sua moglie Trudie Styler, premiata al "Sundance Festival" curato da Robert Redfort, meritevole, pertanto, delle migliori menzioni speciali e delle più benevoli attenzioni. Un giovane ed inedito regista newyorkese – scoperto da Robert Downey, Jr. in un reading californiano delle sue memorie di quartiere – viene convinto a portare sul set proprio quei ricordi, intrisi di problemi e conflitti irrisolti con il padre, lutti, prime esperienze. Direi da non perdere. E, forse, da rivedere.

Cinéphile: Rosso come il cielo di Cristiano Bortone

Sinossi
Il film è ispirato alla storia vera di Mirco Mencacci, tra i migliori montatori del suono italiani. È il 1971. Un piccolo paese della Toscana. Mirco ha 10 anni ed è appassionato di cinema. In seguito ad un incidente domestico, perde la vista. Impossibilitato dalla legge a frequentare la scuola pubblica, i genitori sono costretti a farlo ospitare in un istituto per ciechi dove trova un vecchio registratore a bobine e scopre la magia di un mondo di suoni. L’istituzione religiosa del collegio osteggia Mirco che non si arrende e coinvolge gli altri. Finché una notte, con l’aiuto dell’unica bambina vedente, convince i ragazzi ad uscire dal collegio per andare al cinema. Mirco viene espulso. Intanto sono scoppiate le proteste politiche degli studenti. Grazie all’appoggio di Ettore, universitario non vedente, l’intera città si mobilita per Mirco.

Evento speciale UNICEF a Cinema – Festa Internazionale di Roma 2006. Il film è riconosciuto di interesse culturale nazionale dal Ministero delle Attività Culturali.

Regista
Cristiano Bortone si laureato nel 1991 alla New York University in regia e produzione cinematografica e televisiva. Nel 1992 torna in Italia dove fonda come socio l’Orisa Produzioni con la quale ha realizzato dal 1991 lungometraggi, documentari e programmi televisivi per i maggiori network italiani. Nel 2000 ha vinto il Premio "Ilaria Alpi" per il miglior documentario italiano con Robin Hood di fine millennio. Nel 2006 ha ottenuto la candidatura ai Nastri d’Argento come miglior produttore per il film Saimir. È membro della European Film Academy, European Producer’s Club e A.C.E. – Atelier du Cinema European.

Fonte: Sito Ufficiale della Festa del Cinema di Roma

A presto.

11 commenti

  1. utente anonimo ha detto:

    Ho visto ieri sera “Rosso come il cielo”. Davvero un buon film italiano.

    Un saluto Mapi :-)

  2. Nonostantetutto ha detto:

    @utente anonimo ne sono convinto anche io, grazie per la segnalazione.

    Rob.

  3. utente anonimo ha detto:

    Io ho visto “Rosso comr il cielo” e l’ho trovato molto bello,è un buon esempio di buon cinema italiano.

  4. Nonostantetutto ha detto:

    @minstral Dovere di blogger ;-) Ti ho dato altre evidenze da te.

    @Alderaban No è che questo fine settimana non sono adnato al cinema e sto lavorando parecchio ultimamente.

    Però vorrei vedere più film e conseguentemente aggiornare più frequentemente il blog con le mie analisi.

    Verranno tempi migliori.

    Speriamo.

    Un saluto.

    Rob.

  5. Alderaban ha detto:

    Passavo :)…

    periodo di stanca anche per il cinema? poche tue recensioni entusiaste ultimamente.

  6. minstrel ha detto:

    yes! Grazie del passagio da me e dei consigli! “qualcosa è cambiato” ;)

    yours

    MAURO

  7. Nonostantetutto ha detto:

    @ministrel Si certo, dovrebbe essere l’ultimo film di Francesca Archibugi con Giovanna Mezzogiorno girato credo in India.

  8. minstrel ha detto:

    Io sto aspettando “lezioni di volo” perchè pare sia proprio un buon film italiano.

    ne hai sentito parlare rob?

    A presto!

    Yours

    MAURO

  9. Nonostantetutto ha detto:

    @mpinaCiancio Mapi … ;-)

    A presto allora.

    @ldellaluna Benvenuta qui e grazie della segnalazione, ho provveduto a fare un piccolo agiornamento del post.

    Un saluto.

    Rob.

  10. ldellaluna ha detto:

    se rimanevi a roma anche Guida per riconoscere i tuoi santi secondo me era assolutamente da non perdere!!!!

  11. mpinaCiancio ha detto:

    La prossima volta che verrò a Roma, ti avviso. Un abbraccissimo Mapi :)

Lascia un commento