cinemavistodame.com di Roberto Bernabò

Piazza delle Cinque Lune di Renzo Martinelli + Film in uscita venerdì 16 febbraio

Il tempo stimato per la lettura di questo post è di 3 minuti e di 3 secondi

 Piazza delle Cinque Lune di Renzo Martinelli

+ i film in ustia domani 16 febbraio 2007

Lo so è parecchio che non aggiorno il blog.

E’ che sto lavorando parecchio ultimamente.

Diciamo pure che non sono riuscito ad andare al cinema.

Però ho visto Piazza delle Cinque Lune di Renzo Martinelli.

Piazza delle Cinque Lune

Titolo originale:  Piazza delle Cinque Lune
Nazione:  Italia
Anno:  2002
Genere:  Giallo
Durata: 
Regia:  Renzo Martinelli
Sito ufficiale:  www.piazzadellecinquelune.it

Cast:  Donald Shuterland, Giancarlo Giannini, Stafania Rocca
Produzione:  Martinelli Film Company Int., Istituto Luce
Distribuzione:  Istituto Luce
Uscita prevista:  08 Maggio 2003 (cinema)

Un film illuminante sulle Brigate Rosse e sul caso Moro (due temi intimamente connessi tra loro e di cui il primo è stranamente sempre attuale nel nostro paese).

Beh questa rara pellicola è interessante sotto più punti di vista. E’ girata e recitata abbastanza bene, ad esempio, Donald Shuterland, su tutti. Le riprese e la sceneggiatura si pongono dei problemi di ricostruzione storico – documentarista sicuramente in una prospettiva inedita, ma che non sempre risultano risolti brillantemente né da un punto di vista eminentemente storico (secondo pareri più autorevoli dei miei) e né da quello più strettamente drammaturgico degli eventi e degli esistenti.

Vorrei e dovrei parlarne più diffusamente, ma oggi non posso proprio.

Dovrei, ad esempio, dire che la sequenza iniziale in cui la mdp scende su Piazza del Campo di Siena è straordinaria.

Ma dovrei anche dire, per completezza, che la sceneggiatura, come ho già accennato, risulta essere un po’ farraginosa e pasticciata.

Che l’esistente interpretato da Giancarlo Giannini sia un po’ il cattivo della situazione, un cinefilo, ma anche un non cinefilo, lo capisce, ad esempio, già al terzo fotogramma della pellicola.

E gli esegeti del terrorismo italiano storceranno certamente un po’ il naso per le semplicistiche ricostruzioni dell’inquietante pagina (comunque la si veda) che rappresenta, nella storia della nostra democrazia, il caso Moro.

Ciò non di meno questo film chiarisce un po’ di cose.

Il ruolo che ebbe, in certi anni, un’organizzazione come Gladio.

La mistificante e deviante opera che svolsero, sempre in quegli anni, i Servizi Segreti Italiani. Niente di particolarmente nuovo sotto il sole mi direte voi, certo, ma sapere certe cose è quasi un dovere civico ed io stimo sempre molto il cinema quando si pone in chiave documentarista, e chi mi legge sa il potere divinatorio che attribuisco all’arte della visione.

Insomma noi italiani, dovremmo pur ammetterlo, siamo tutti un po’ dei catarattati come ci ha definito Nanni Moretti nell’ultimo suo film "Il Caimano" e chi, più di me, può confermarlo ;-O

Un film come questo rappresenta, come dire, un cristallino nuovo per scrutare meglio nei misteri di certe scabrose vicende italiane.

§§§

Vi segnalo i film in uscita domani nelle sale, più uno che è uscito (bleah) ieri, nel giorno di S. Valentino, e gli estimatori, come me, di Charlie Kaufman e di Michel Gondry sanno quanto si possa odiare quella festa.

Spero presto di tornare a voi con un’analisi di eventi ed esistenti come si deve.

A bientot.

Ah, dimenticavo, tra i film di domani io consiglio questo.

 Apnea di Roberto Dordit

Titolo originale:  Apnea
Nazione:  Italia
Anno:  2005
Genere:  Drammatico
Durata:  85′
Regia:  Roberto Dordit
Sito ufficiale:  www.luce.it/istitutoluce/…

Cast:  Daniele Mauro, Enrica Rosso, Emanuel Dabone, Giuseppe Battiston, Diego Ribon, Michela Noonan, Fabrizia Sacchi, Claudio Santamaria
Produzione:  Indigo Film
Distribuzione:  Istituto Luce
Data di uscita:  16 Febbraio 2007 (cinema)

Scarica la broschure PDF del film cliccando sull’iconcina.

 Lettere Da Iwo Jima di Clint Eastwood  (16/02/07)

 L’Ultimo Re Di Scozia di Kevin MacDonald (16/02/07)

 The Covenant di Renny Harlin (16/02/07)

 Hermano di Giovanni Robbiano (16/02/07)

 Notte Prima Degli Esami di Fausto Brizzi (14/02/07)

10 commenti

  1. Nonostantetutto ha detto:

    @elisasempre Ti assumo come mio difensore d’ufficio ;-)

    In ogni caso il dissenso ed il confronto è importante ed io lo difendo da sempre in questo spazio.

    Perché chi pensa diverso da me è mio amico da sempre, per definizione.

    Un saluto.

    Rob.

  2. elisasempre ha detto:

    Piazza delle cinque giornate io lo trovai un bel film..forse un po’ deboluccio è vero..ma perchè abbiamo talmente visto e letto di tutto sull’argomento, oltre ad averlo vissuto mentre accadeva, che siamo ipercritici..

    non lo trovo mal recitato ..anzi..

    a me piaque.

    per il resto sono in predicato di vederli nei prossimi giorni..domani credo l’ultimo re di scozia..

    un salutone

    elisa

  3. Nonostantetutto ha detto:

    @ArnoldLayne84 Grazie per le belle cose che mi dici.

    E poi più “antiquato” di me è difficile ;-)

    In bocca al lupo.

    Un saluto.

    Rob.

  4. ArnoldLayne84 ha detto:

    Ciao! Interessante questo blog, complimenti! Io ne ho aperto da poco uno su musica e cinema, accetto articoli e recensioni da chiunque, solo che sono un po’ “antiquato” e poi sono appena agli inizi..forse ti può interessare..ciao!

  5. Nonostantetutto ha detto:

    @minstrel in effetti certe volte mi viene il dubbio che l’esistenza di queste mini falangi armate faccia comodo a qualcuno.

    Un caro saluto.

    Rob.

  6. minstrel ha detto:

    Vado stasera assieme al mio amico che tempo fa inizio questo blog:

    http://angelorizzi.splinder.com

    a vedere Inland Empire.

    Incostante come pochi portò avanti solo quello che gli interessava e poi nulla più.

    Ma se lynch colpisce giusto lo obbligo a scrivere qualcosa per il mio blog! Ti farò sapere se pubblico qualche parola al riguardo!

    Riguardo invece al film che analizzi direi che è di fondamentale importanza visto che i fatti di oggi dimostrano che la falange armata non ha cessato di esistere (anche se, diciamocelo… che arsenale sono una decina di armi?!?! Qualsiasi cosca ne ha almeno il triplo per ogni capo banda… mah…).

    Spero di trovare più tempo anche io per il cinema, mi manca un pò…

    yours

    MAURO

  7. Nonostantetutto ha detto:

    @stevemcqueen Va bene ho capito. E’ un po’ incasinato nello sceenplay ammetto.

    Però non è girato male … sono due cose diverse.

    Ci si ferma spesso alla storia ma non c’è solo quella in un film. Uffa.

    Ci sono anche degli aspetti formali.

    Intinseci ed afferenti il linguaggio audiovisivo, lo specifico filmico insomma.

    Ecco a me interessano più quelli in questo momento della mia vita.

    Tutto qui.

    Comunque ho notato che sul fatto che Michel Gondry sia un genio, almeno su quello, siamo d’accordo.

    ;-)

    Grazie del commento.

    Un saluto.

    Rob.

  8. stevemcqueen ha detto:

    Concordo pienamente con kulturadimazza.

    Mi stoccò parecchio ‘sto film all’epoca.

    Byez

  9. Nonostantetutto ha detto:

    @KDM A me cete riprese realizzate dall’alto sono piaciute proprio molto. Come anche le location del film.

    E poi la ricotruzione storica è alquanto inquietante.

    C’è molto da riflettere anche oggi che le BR riappaiono …

    §§§

    Le divergenze uniscono e servono nella vita. Sai che palle se fossimo sempre tutti d’accordo su tutto.

    Il lavoro va molto bene in effetti, grazie.

    Un saluto.

    Rob.

  10. utente anonimo ha detto:

    dissento DURO con il tuo giudizio positivo sul film, io lo trovai deboluccio nella trama e semplicistico nella ricostruzione. nemmeno ben recitato.

    però questo è il bello, che ognuno in ogni film ci trova quello che vuole.

    Dacci dentro col lavoro!!!

Lascia un commento